Entra nell'Archivio del Teatro alla Scala con Martina Arduino!

Scopriamo il Boléro di Maurice Béjart con la Prima Ballerina del Teatro alla Scala

Abbiamo chiesto ai ballerini del Teatro alla Scala di guidarci all'interno dell'Archivio del Teatro scegliendo uno dei contenuti disponibili. Con Martina Arduino, Prima Ballerina del Teatro alla Scala, scopriamo la sua significativa esperienza nell'interpretare l'iconico BOLÉRO di MAURICE BÉJART


 

IL BOLÉRO DI RAVEL E LA PRIMA VERSIONE DEL BALLETTO

 
ll Boléro di Ravel, con i suoi ritmi ripetuti e quasi ossessivi e il suo crescendo, è uno dei brani musicali più noti al grande pubblico. La partitura nacque da un’idea della famosa danzatrice Ida Rubenstein.

Il balletto, con le coreografie di Bronislava Nijinska debuttò all’Opéra di Parigi il 22 novembre del 1928 con la compagnia di Balletti Ida Rubinstein, scene e costumi di Alexandre Benois. Il balletto, ambientato in una taverna andalusa, aveva quale protagonista la stessa Rubinstein, qui nei panni di una gitana che, ballando in modo sensuale sopra un tavolo, suscitava l’ebbrezza dei gitani attorno a lei in un crescendo violento.

Questa versione, la prima, fu portata alla Scala di Milano dalla compagnia della Rubinstein il 28 febbraio 1929, per quattro rappresentazioni.

IL BOLÉRO DI MAURICE BÉJART

La versione più famosa del Bolero è comunque quella coreografata da Maurice Béjart per il suo Ballet du XXème Siecle rappresentata il 10 gennaio 1961 al Théâtre Royale de la Monnaie di Bruxelles, protagonista Dufka Sifnios, balletto disegnato sulla personalità di questa danzatrice.

Un gruppo di ragazzi stanno tutti intorno al tavolo sul quale la protagonista balla, dapprima immobili, poi incitati ed eccitati dal ritmo crescente, sino al parossismo finale.

Dopo di lei tantissime étoile si sono cimentate in questo ruolo, scopriamo insieme alti interpreti di Bolero!
 

INTERPRETI DI BOLÉRO

MAJA PLISECKAJA

Interpretò Bolero nel 1975, Bejàrt disse di lei:

 

«E' l'ultima leggenda vivente...qualsiasi cosa danzi, sento in lei un'enorme forza e sensualità, ma soprattutto, un approccio moderno»

VIDEO
LUCIANA SAVIGNANO

Musa di Bejart, fu la prima interprete di Boléro alla Scala nel 1980.
 
«Sinceramente non so quante volte l' ho ballato, non le ho mai contate. Ma posso dire che ogni volta ero diversa: la mia anima si rinnovava donandosi attraverso il corpo. Mi pareva che le mie mani, le mie braccia fossero ali di fuoco che esprimevano la necessità fisica di comunicare. Ero una sacerdotessa che compiva un rito: per me il Boléro era una preghiera»

GUARDA LE FOTO DI LUCIANA SAVIGNANO IN BOLERO
VIDEO1 - VIDEO2
PATRICK DUPOND

Nel 1986 al Teatro Lirico di Milano si alternarono a Luciana Savignano anche Patrick Dupond e Jorge Donn celebri interpreti della compagnia "Ballet du XXe siècle" di Béjart.

GUARDA LE FOTO DI PATRICK DUPOND IN BOLERO
JORGE DONN

Jorge Donn fu interprete di Bolero anche nell'omonimo film di Claude Lelouch.
SYLVIE GUILLEM
 
Interprete di Boléro nella stagione 2002/2003 al Teatro Arcimboldi.
 
«Per me Béjart è stato una sorta di padre, uno che aveva il dono di far uscire dai danzatori il meglio di ciò che possono dare»

ROBERTO BOLLE

 
Dopo 15 anni di assenza del Boléro alla Scala, nel 2018 Roberto Bolle ha per la prima volta interpretato questo balletto cult.
 
«Sicuramente il punto di riferimento per me rimane Jorge Donn, interprete insuperato di questo brano, ma io vi porto la mia personalità, l’esperienza che ho acquisito negli anni, come artista e come uomo. Tutto questo sarà condensato in quella quindicina di minuti sul tavolo rosso».

GUARDA LE FOTO DI ROBERTO BOLLE IN BOLERO


 

Nello stesso anno 3 giovani ballerini sono stati scelti per interpretare Boléro!
Guarda le loro foto!

MARTINA ARDUINO
VIRNA TOPPI
GIOACCHINO STARACE