Incontro esclusivo con il coreografo
MARCO PELLE

Giovedì 18 novembre 2021 - ore 18.30
Ridotto dei Palchi Arturo Toscanini del Teatro alla Scala


Incontro esclusivo con il coreografo MARCO PELLE

Giovedì 18 novembre 2021 - ore 18.30
Ridotto dei Palchi A.Toscanini Teatro alla Scala


Prenotatevi numerosi inviando una mail a segreteria@milanoperlascala.it o telefonando alla Segreteria della Fondazione allo 02-7202.1697.

Coreografo di fama internazionale, ci racconterà il suo intenso percorso professionale, accompagnandoci in questo lungo viaggio con immagini, video e aneddoti, dagli esordi italiani, alla formazione a Monaco presso l’Academie de Danse Classique Princesse Grace e a New York con Merce Cunningham, alle importanti coreografie create per i più grandi ballerini.

Marco Pelle
Vincitore del Premio Primi Dieci USA 2016, con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri italiano, come uno dei 10 più importanti esponenti italiani negli Stati Uniti.
Marco Pelle ha iniziato la sua formazione professionale di danza in Italia, all’età di 20 anni, un’età in cui, per molti, la carriera di ballerino professionista è già avviata; ha proseguito a Monaco presso la "Academie de Danse Classique Princesse Grace" prima di trasferirsi a New York City e “scoprire” Merce Cunningham, uno dei grandi coreografi contemporanei che lo terrà nella propria scuola assegnandogli nove borse di studio per meriti.
È coreografo residente del New York Theatre Ballet dal 2002.
Per la compagnia, ha creato diversi lavori, spesso in collaborazione con il fratello Federico, compositore, tra cui "Solitude", "Spaces" e "Endless Possibilities of Being”.
Nel 2013, Marco Pelle collabora con la grande ballerina Alessandra Ferri nel suo spettacolo di ritorno alle scene, "The Piano Upstairs", presentato al Festival di Spoleto, che vede in scena, con lei, l’attore americano Boyd Gaine.
La collaborazione gli varrà il premio SIAE 2013 per la coreografia.
Come coreografo d’opera ha lavorato a lungo negli Stati Uniti e all'estero.
Firma la coreografia di quattro produzioni a Pechino, al National Center of the Performing Arts, tra cui Aida, con costumi disegnati dal premio Oscar Franca Squarciapino e scenografie di Ezio Frigerio.
Nel 2013 coreografa "Passage", un cortometraggio diretto da Fabrizio Ferri, con musiche di Fabrizio Ferri, interpretato da Roberto Bolle con la partecipazione di Polina Semionova.
"Passage" che ha aperto il Festival del Cinema di Venezia, in celebrazione del 25° anniversario di Vanity Fair, è diventato virale in internet.
Nel 2015, crea Libera! per Luciana Paris e Sterling Baca, entrambi ballerini solisti all’ American Ballet Theatre, che lo eseguiranno al Guggenheim Museum di New York. American Ballet Studio Company ha aggiunto Libera! al proprio repertorio.
Nel 2017 Marco Pelle ha visto il suo debutto alla regia con “Un Ballo in Maschera” di Giuseppe Verdi, diretto e coreografato per il Florida Grand Opera.
Ha inoltre diretto e coreografato le opere contemporanee "Frida" e "Song From The Uproar" per il Cincinnati Opera e “Tosca” per il Michigan Opera Theatre, andato in scena nel marzo 2018.
Nel gennaio 2018, la sua "Carmen", commissionata dall'American Ballet Theatre Studio Company, ha debuttato alla Frick Collection di New York, prima di cominciare un tour nazionale negli Stati Uniti.
Il 2018 vede anche il suo debutto per la tv americana come uno dei coreografi della pluripremiata serie tv di Ryan Murphy (regista e creatore di “Glee”, “American Horror Story”, “Feud”m “Mangia. Prega. Ama.”), intitolata “Pose”. La serie verrà nominata anche ai Golden Globes nella categoria di “Best Television Series – Drama”.
Il 2019 lo vede accanto a Roberto Bolle nella creazione di “Louis XIV”, liberamente ispirato al Re Sole, per la trasmissione televisiva “Danza Con Me”.
Nello stesso anno creerà, a Londra, “M.A. Marie Antoinette” su Mara Galeazzi, già prima ballerina del Royal Ballet. Il pezzo vedrà la sua prima mondiale nel 2021.
Sempre nel 2021, Marco Agostino e Martina Arduino interpretano “Fil Rouge”, creato su di loro per il Festival di Comacchio.
Il 2021 lo vede alle prese con una nuova regia di “Frida”, l’opera di Robert Xavier Rodriguez, per il Michigan Opera Theater e con un ciclo di dieci nuovi lavori coreografati per l’occasione per l’Istituto Italiano di Cultura di New York, all’interno di un ciclo di conferenze da lui creato, intitolato “AbunDance”. Le dieci coreografie saranno interpretate da Luciana Paris, ballerina solista dell’American Ballet Theater e di Jonatan Lujan, già primo ballerino del Balletto di Zurigo.

Rivedi il video
 UN CAFFÈ CON MARCO PELLE  
L'incontro, riservato ai Giovani di Milano per la Scala, si è svolto online mercoledì 27 gennaio 2021, durante il lockdown.


 

 

Disponibilità

Data Posto Prezzo
giovedì 18/11/2021 - ore 18:30 -
€ cad.