Foto per newsletter Messa per Rossini novembre


Il percorso di valorizzazione del repertorio italiano e del patrimonio storico della Scala intrapreso dal Maestro Riccardo Chailly prosegue con un appuntamento particolarmente appassionante: dal 10 novembre il Direttore Musicale anticiperà le celebrazioni per il centocinquantenario rossiniano del 2018 dirigendo Coro e Orchestra della Scala ed i solisti Maria José Siri, Veronica Simeoni, Giorgio Berrugi, Simone Piazzola e Riccardo Zanellato nella Messa per Rossini dedicata al pesarese dai compositori italiani a lui contemporanei. Fu Giuseppe Verdi a proporre, in una lettera all’editore Tito Ricordi datata 17 novembre 1868, quattro giorni dopo la morte di Rossini, di coinvolgere un gruppo di musicisti nella creazione di questo Requiem per commemorare il Pesarese nel primo anniversario della morte. Lo stesso Verdi partecipò alla composizione e adoperò poi il proprio contributo, il conclusivo Libera Me, per la sua Messa da Requiem del 1874 dedicata ad Alessandro Manzoni. L’esecuzione prevista per il 13 novembre 1869 a Bologna fu annullata e la composizione cadde nell’oblio, finché nel 1986 il musicologo americano David Rosen riscoprì la partitura. Preziosa testimonianza della civiltà musicale ottocentesca, la Messa per Rossini sarà in questa occasione eseguita per la prima volta alla Scala e per la prima volta in Italia con complessi sinfonico-corali italiani. Riccardo Chailly, che l’anno scorso ha anticipato il centocinquantenario rossiniano riportando alla Scala La gazza ladra a duecento anni dalla prima esecuzione, approfondisce questa pagina straordinaria della storia musicale italiana in un incontro con il Presidente dell’Associazione dei Critici Musicali Italiani Angelo Foletto.

Mercoledì 8 novembre – ore 18.30
Incontro con Riccardo Chailly e Angelo Foletto
Teatro alla Scala – Ridotto dei Palchi Arturo Toscanini

Modalità prenotazione e accesso
Contattare la Segreteria di Milano per la Scala al n.02-72021697 per segnalare il proprio interesse.
Si potrà accedere alla conferenza mediante INVITO, che potrà essere ritirato in Fondazione a partire da lunedì 30 Ottobre 2017

Per tutte le informazioni CLICCA QUI